VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 27 OTTOBRE 2023

Fughe nere e piastrelle rovinate: trucco per farle splendere

Avere una casa sempre pulita e in ordine è un sogno che si avvera. Ci sono degli ostacoli che però rendono più difficile il raggiungimento di questo obiettivo: le fughe nere di pavimenti e bagno. Nonostante la detersione costante e l’igiene, infatti, queste sono zone in cui lo sporco si insinua e non è semplicissimo da togliere.

Ecco allora che torna utile sapere come farle tornare immacolate e prevenire il problema in futuro. Il trucco è trovare soluzioni efficaci, ma che a lungo andare non rovinino le superfici.

Perché le fughe del pavimento e della doccia si scuriscono

Le fughe delle mattonelle diventano nere per diverse ragioni. La prima riguarda la difficoltà di arrivare in determinati punti. La sporcizia si insinua e provoca questa colorazione scura. Poi però ci sono condizioni che non facilitano la situazione, come la presenza di umidità – che si traduce in muffa – in ambienti come il bagno.

In cucina inoltre si depositano i residui di cibo, c’è l’effetto del vapore e spesso i materiali usati sono più porosi e quindi più complicati da tenere puliti e igienizzati. Per fortuna, però, ci sono dei rimedi da mettere in atto.

Come togliere il nero dalle fughe del bagno e dei pavimenti

Per pulire le fughe nere esistono tanti trucchi e prodotti. Bisogna fare attenzione a quelli troppo aggressivi e che, con il tempo, rischiano di rovinare le superfici in questione.

  • Bicarbonato e acqua ossigenata sono perfetti per lo sporco più ostinato. Bastano tre parti di bicarbonato e una di acqua ossigenata diluite in un poco di acqua calda. Il risultato deve essere un composto abbastanza denso da applicare con l’ausilio di uno spazzolino da denti. Attenzione, però, se le superfici sono particolarmente delicate meglio evitare rimedi troppo aggressivi come questo.
  • Ne esistono di più delicati e naturali. Le fughe nere si possono sbiancare anche con fecola di patate e acqua ossigenata. Una soluzione ideale per le mattonelle della doccia. Con guanti e mascherina, bastano un bicchiere di acqua ossigenata a 130 volumi e tre cucchiai di fecola di patate in acqua calda. Il composto va fatto riposare un’oretta e poi rimosso con un panno umido e pulito.
  • Anche sale, aceto e limone hanno un certo potere sgrassante. In questo caso servono due parti di aceto, una di limone e un cucchiaino di sale. Va lasciato agire per qualche ora prima di risciacquare.

Il doppio trucco geniale per farle splendere di nuovo

Il bicarbonato di sodio ha un potere abrasivo, ma per alcune superfici è troppo aggressivo. Se lo si vuole usare basta aggiungerlo ad acqua calda fino a ottenere una sorta di pasta. Questa deve essere applicata con uno spazzolino e agire solo mezz’ora. Per rimuoverla basta uno straccio pulito, per esempio sui pavimenti in gres.

Anche aceto e acqua calda spruzzati nelle zone interessate sono molto efficaci. Pure in questo caso bisogna dare tempo al composto di agire e poi risciacquare.

Come evitare che le fughe diventino nere e ammuffite

Per evitare che le fughe diventino nere si possono pulire le mattonelle con i rimedi sopracitati prima che si presenti il problema. Inoltre, se sul pavimento si passa uno strato di cera una volta a settimana, si crea uno strato protettivo davvero efficace.

Una precisazione è d’obbligo però: aceto e bicarbonato non vanno miscelati insieme. Non solo non servono a raggiungere il risultato sperato, ma logorano le superfici e non hanno proprietà antibatteriche.

45.667 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...